You are here: Home News PROROGATA ALLERTA METEO

PROROGATA ALLERTA METEO

PDF Print E-mail Scritto da Valentina CAFFIERI    Monday, 12 November 2012
PIOGGIA e TEMPORALI FORTI dalle ore 14.00 di Lunedì, 12 Novembre 2012 alle ore 12.00 di Martedì, 13 Novembre 2012: tempo perturbato con forti temporali lungo la fascia costiera e forti piogge sulle zone interne sino a tutta la mattina di Martedì. In dettaglio: area F e C (compreso Arcipelago) sino alle prime ore di Martedì ancora possibilità di forti temporali stazionari con cumulati che potranno raggiungere i 100-150 mm puntualmente in breve tempo (intensità sino a 60-80 mm/h). Aree B, D e E sino a tutta la mattina di Martedì prevalente pioggia diffusa, temporaneamente anche di forte intensità (20-30 mm/h) con cumulati medi sino a 60-80 mm nell'evento, localmente sino a 100-120 mm sui rilievi. Area A, sino a Martedì mattina, piogge sparse con cumulati sino a 20-30 mm.


DESCRIZIONE DELLE CRITICITÀ PREVISTE:


--------------------------------------------------------------------------------

Sulla base delle previsioni meteorologiche odierne e delle valutazioni dei possibili effetti al suolo effettuate, si prefigurano i seguenti scenari di criticità:

ZONE DI ALLERTA RISCHIO TEMPI CRITICITÀ
B1 - B2 - B3 - B4 - B5 - C1 - C2 - C3 - C4 - D1 - D2 - D3 - D4 - E1 - E2 - E3 - E4 - F1 - F2 - F3 - F4 idrogeologico-idraulico dalle ore 14.00 di
Lunedì, 12 Novembre 2012
alle ore 00.00 di
Mercoledì, 14 Novembre 2012 elevata
A2 - A3 - A4 idrogeologico-idraulico dalle ore 14.00 di
Lunedì, 12 Novembre 2012
alle ore 00.00 di
Mercoledì, 14 Novembre 2012 moderata


DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI


--------------------------------------------------------------------------------

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Elevata: In conseguenza della situazione in atto e delle piogge previste nelle prossime 24 ore nelle zone indicate in tabella si prevedono scenari di criticità elevata con possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all'incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani.

Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibili innalzamenti significativi dei livelli idrici negli alvei del reticolo idrografico principale con possibilità di erosioni spondali, sormonto di passerelle e ponti, rottura degli argini, inondazione delle aree circostanti. Possibile innesco di frane e smottamenti dei versanti in maniera diffusa ed estesa in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Moderata: La valutazione della criticità moderata è legata alla previsione della permanenza di criticità di tipo residuale conseguenti al recente evento verificatosi. Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all'incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

La Struttura seguirà l'evolversi della situazione tramite l'emissione di Bollettini di Monitoraggio Evento sul sito www.cfr.toscana.it
Prima emissione Monitoraggio Evento entro le ore 14.00 di Lunedì, 12 Novembre 2012

Centro Funzionale Regionale

Ultimo aggiornamento ( Monday, 12 November 2012 14:54 )