Sei qui: Home

La minoranza diserta Commissione Bilancio e Consiglio comunale. L'assessore Fratini risponde sul caso Bagnaia: ecco dove sono i soldi concessi dal Ministero dell'Ambiente

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Ufficio Stampa    Venerdì 30 Settembre 2011

Il 29 sera si è riunito il Consiglio comunale per esaminare la proposta di deliberazione di riequilibrio del bilancio corrente. Per il pomeriggio di lunedì 26, in previsione della seduta del Consiglio, era stata convocata la Commissione consiliare che deve occuparsi di bilanci, consuntivi e in generale della situazione finanziaria del Comune. Ebbene la minoranza non ha avuto il tempo di partecipare né alla riunione della Commissione né a quella del Consiglio comunale. Ci eravamo preparati per dare ai consiglieri di "Elba protagonista" tutti i chiarimenti necessari sul denunciato "sforamento" di 450 mila euro dei lavori a Nisporto. Eravamo pronti ad illustrare i provvedimenti proposti per garantire l'equilibrio del bilancio di questo anno. Insomma avevamo "studiato tanto" per fare bella figura, ma non abbiamo avuto la soddisfazione di dimostrare tutto l'impegno che avevamo messo per rispondere e dare soddisfazione al Sig.Basili e ai suoi colleghi.



Quelle sedie lasciate vuote ci hanno profondamente deluso e rattristito. Come ci ha deluso e rattristito la notizia apparsa sui quotidiani, nel giorno stesso della seduta consiliare, che il Gruppo di minoranza ha richiesto alla Corte dei Conti una ispezione per accertare che fine abbiano fatto i soldi concessi dal Ministero dell'Ambiente, 999 mila euro, per la messa in sicurezza idraulica del bacino di Bagnaia. Padrona la minoranza di mantenere un filo diretto con la Magistratura contabile anziché con lo scrivente, con il Sindaco o, meglio ancora, con la Responsabile del Servizio finanziario. Ma prima di fare denunce rifletta. Cerchi di essere meno impulsiva e di ragionare, per non rischiare di fare poi brutte figure. Siamo proprio convinti che la Corte dei Conti non invierà ispettori. Deciderà di non sprecare danaro pubblico in missioni inutili. Provvederemo a scrivere alla Corte per informarla che quei soldi sono ben conservati presso la Banca d'Italia Filiale di Livorno e sono nella disponibilità del Tesoriere del Comune che è il Monte dei Paschi di Rio Marina in Piazza Salvo d'Acquisto, dove anche i Consiglieri di minoranza possono in qualunque momento recarsi per tutte le informazioni che desiderano avere. Se lo avessero fatto, senza scomodare la Corte, avrebbero appreso che il Ministero dell'Ambiente ha erogato a suo tempo sul contributo concesso di € 999.000,00 un acconto di € 643.242,23 in parte utilizzato dalla precedente Amministrazione ( € 124.518,84 ) per la demolizione del vecchio e la costruzione di un nuovo ponticello sul fosso Bagnaia. Dunque i soldi giacenti presso la Banca d'Italia e nella disponibilità del Tesoriere ammontano ad € 518.723,39.

P.S.
Ad essere sinceri avevamo pensato, qualche tempo fa, di utilizzarli diversamente quei soldi. Per organizzare un programma tutto "festaiolo" naturalmente solo a Bagnaia, invitando anche la minoranza. Ma poi ci è sorto il timore che la minoranza non avrebbe partecipato alle feste e che ci avrebbe invece denunciato alla Corte dei Conti. Meno male che non ne abbiamo fatto di niente. Siamo stati preveggenti!

 G. Fratini, Assessore al Bilancio del Comune di Rio nell'Elba

 

 

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 30 Settembre 2011 14:18 )
 
deutsche porno porno gratis