Sei qui: Home

Carenza idrica all'Elba. Asa comunica il calendario del razionamento dell'acqua potabile

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Servizio Comunicazione    Mercoledì 22 Agosto 2012
canaliDall'azienda Asa S.p.a., che gestisce il servizio idrico anche all'Isola d'Elba, riceviamo e pubblichiamo questo avviso:risi idrica Isola D'Elba - riceviamo e pubblichiamo:

"La crisi idrica, - si legge nella nota di Asa- che ha portato alla completa mancata produzione delle sorgenti elbane e alla riduzione della produttività dei pozzi, ha avuto un ulteriore impatto negativo in questi ultimi giorni, dovuto alle temperature notevolmente elevate e al forte afflusso turistico del Ferragosto. Nonostante gli sforzi fatti per creare meno disagio possibile all'utenza si sono verificate in questi ultimi giorni carenze idriche nei vari centri abitati.Prevedendo che questo problema possa proseguire nei prossimi giorni, sentiti i Sindaci, riteniamo utile passare ad una programmazione di un razionamento che dia maggiori certezze agli utenti sulla certezza di piena disponibilità del servizio, analogamente a quanto venne fatto lo scorso anno.Si ritiene tuttavia che a differenza del 2011, in cui il razionamento durò oltre un mese, per l'anno in corso sia sufficiente un periodo di una settimana / dieci giorni. Il programma è stato elaborato, anche in funzione della struttura dell'acquedotto. Garantiamo il massimo impegno dell'Azienda perché i disagi siano ridotti al minimo".

L'alimentazione dell'acquedotto sarà garantita dalle ore 08:00 alle ore 23:00 nei giorni e nelle zone indicate qui di seguito:

22/08 Marciana Marina, Rio Marina, Rio Elba;

23/08 Porto Azzurro, Capoliveri, Marciana;

24/08 Portoferraio, Campo;

25/08 Marciana Marina, Rio Marina, Rio Elba;

26/08 Porto Azzurro, Capoliveri, Marciana;

27/08 Portoferraio, Campo;

28/08 Marciana Marina, Rio Marina, Rio Elba;

29/08 Porto Azzurro, Capoliveri, Marciana;

30/08 Portoferraio, Campo.

"Nel comprendere i disagi per gli utenti del servizio,- prosegue la nota di Asa- si garantisce di fare ogni sforzo perché per tutte le zone ci sia, se non un livello ottimale, almeno un minimo livello di pressione nella rete dell'acquedotto. Mano a mano che la disponibilità di acqua aumenterà rispetto ai consumi, i disagi progressivamente si ridurranno".

 

 


Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 22 Agosto 2012 11:01 )
 
deutsche porno porno gratis