You are here: Home Banca dati Settore 3 - Area Tecnica Relazione garante della comunicazione adozione variante urbanistica 1.3.1.3.

Relazione garante della comunicazione adozione variante urbanistica 1.3.1.3.



 

Comune di Rio nell'Elba

Provincia di Livorno

 

 

RELAZIONE DEL GARANTE DELLA COMUNICAZIONE

(art.20 comma 2 della L.R. 1/05)

 

 

VARIANTE

 ART. 1.3.1.3 _ AMBITI DI IMPIANTO URBANO STORICO ORIGINARIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avvio al Procedimento

Delibera Consiglio  Comunale 

 

n. 18

 

del   20.04.2009

Adozione Delibera C.C.

n. __

del    _________

Approvazione Delibera C.C.

 

 

Protocollo

n.  3327 /09

del 20.05.2009

 

 

 

 

 
 
Redattore Geom. Francesca Pacinotti _ Garante della Comunicazione

 

Nel presente documento si descrivono le forme di comunicazione adottate per garantire la partecipazione dei cittadini al procedimento di formazione dell'atto urbanistico relativo alla Variante relativa agli articoli 1.3.1.3 "AMBITI DI IMPIANTO URBANO STORICO ORIGINARIO".

Il Garante, come prescritto dalla Legge Regionale, promuove, con modalita' idonee, l'informazione ai cittadini, singoli o associati, in merito al procedimento in corso. Egli e' tenuto ad assicurare la conoscenza effettiva e tempestiva delle scelte e dei supporti conoscitivi relativi alle fasi procedurali di formazione e adozione degli strumenti della pianificazione territoriale.

Come si legge nella circolare "indicazioni per la prima applicazione delle disposizioni della legge regionale 01/05 (Norme per il governo del territorio) in ordine ai procedimenti comunali", in sede di prima applicazione della legge, il Garante dell'informazione può essere indicato quale Garante della Comunicazione, a condizione che sia persona diversa dal Responsabile del Procedimento: in tal senso, attraverso apposito Atto Deliberativo, il Comune di Rio nell'Elba ha inteso individuare, quale garante della Comunicazione, la Geom. Pacinotti Francesca.

Richiamate le seguenti Deliberazioni:

Consiglio Comunale n. 39 del 27/07/2001 approvazione Regolamento Urbanistico;

Consiglio Comunale n. 80 del 18/12/2003 approvazione della Variante al Regolamento Urbanistico;

Consiglio Comunale n. 3 del 02/02/2007 approvazione della Variante al Regolamento Urbanistico;

Consiglio Comunale  n. 13 del 18.03.2008 adozione variante relativa all'Avvio del Procedimento per il Centro Storico ;

Giunta  Comunale n. 29 del 05.03.2009 relativa all'Avvio del Procedimento per le modifiche alla variante 1.3.1.3

Richiamate la Relazione del Responsabile del Procedimento e Progettista redattore, Architetto Dario Gaballo :

 

La P.A. ha in animo di affinare lo strumento urbanistico per l'area storica inserendo anche alla luce degli apporti esterni, ove presenti, piccoli aggiustamenti riguardanti il solo art. 1.3.1.3 senza per esso apportare nuovi carichi urbanistici ne nuove destinazioni d'uso.

 L'intento è quello di regolare l'articolato del R.U. Al fine di renderlo più omogeneo e confacente alle reali aspettative del Comune di Rio nell'Elba.

 Non saranno apportate modifiche alle perimetrazioni di tali aree e pertanto nessuna modifica intaccherà l'attuale definizione dei perimetri di cui all'art. 1.3.1.3. cartograficamente. Quindi la strumentazione urbanistica ai fini di quanto già consolidato in merito alla inclusione e/o esclusione da tale ambito non sarà oggetto di modifica. Infine preso atto che ai fini del comma 2 dell'art. 11 del regolamento che la valutazione con modalità semplificata comporta la possibilità di prendere in considerazione solo gli effetti territoriali, ambientali, economici, sociali e sulla salute umana che possono derivare dalla variante stessa, e che per tali aspetti non vi sono variabili apprezzabili in negativo, anzi il processo intende riequilibrare l'esperienza urbanistica del centro storico, si può affermare che gli effetti saranno sicuramente oltre che positivi e di positivo riscontro , anche nell'ottica della conservazione del centro cittadino e delle sue peculiarità, ottenendo un miglioramento dell'attuale e futuro assetto urbano.

E' stato dato avvio al procedimento di modifica al Regolamento Urbanistico ai sensi della L.R. 1/2005 con deliberazione di  Giunta Comunale n. 29 del 05/03/2009;

Il  Garante per l'informazione ha redatto la sua relazione di cui al Prot. 1804 del 20/03/2009

La Deliberazione di Giunta Comunale n.29 del 05.03.2009 è stata trasmessa agli Enti di competenza, Regione Toscana , Provincia di Livorno, Soprintendenza di Pisa, Azienda Sanitaria locale con prot. n. 1766/09, 1765/091767/09,1768/09 del 19.03.2009.

Nessuna indicazione è pervenuta dagli Enti richiamati nell'avvio del Procedimento né apporti sono venuti dalla cittadinanza.

Con delibera di Consiglio Comunale n. 18 del 20.04.2009 si è proceduto alla adozione delle modifiche del vigente Regolamento Urbanistico limitatamente all'Art. 1.3.1.3 per  recuperare e mantenere il patrimonio edilizio esistente senza aggravare il carico insediativo e mantenere il più possibile le caratteristiche tipologiche degli insediamenti esistenti.

La comunicazione del Provvedimento di Adozione della Variante (Delibera C.C. 18 del 20/04/2009) è stato pubblicato all'Albo Comunale a far data dal 20.05.2009;

La comunicazione è stata inviata per la pubblicazione sul giornale on-line "Elbareport" in data 20.05.2009 e affissa nelle bacheche comunali nel centro del paese e nelle località limitrofe (Nisporto, Nisportino e Bagnaia) e pubblicata sul sito del Comune di Rio nell'Elba, www.comune.rionellelba.li.it.

L'atto è stato trasmesso a norma dell'art. 15 e 16 della L.R. 01/2005 in data 07.05.2009 prot. 3014 /09 alla Provincia di Livono , 3017 /09 alla Regione Toscana.

A seguito dell'Adozione  della Variante all'oggetto e' stata garantita la massima informazione ai cittadini che hanno richiesto chiarimenti presso l'Ufficio Tecnico al fine di consentire ai medesimi di valutare l'utilità o l'opportunità di presentare osservazioni.

La Delibera comunicazione del Provvedimento di Adozione  della Variante (Delibera C.C. 18 del 20.04.2009) è stato pubblicato all'Albo Comunale a far data dal 24.04.2009;

Il Responsabile del Procedimento Arch. Dario Gaballo  è anche l'esecutore della Variante.

Il Garante della Comunicazione

 Geom. Francesca Pacinotti